Lavoro
Altri documenti di questo contratto
 
Verbale integrativo (20/8/2001)
 
Verbale integrativo (6/11/2000)
 
Testo definitivo (7/4/2000)
 
TUTTI I CONTRATTI
 

ACQUISTA UNA COPIA DEI DOCUMENTI RELATIVI A QUESTO CONTRATTO
 
LE FONTI DI QUESTA SEZIONE
 
Avvocato
Commercialista
Notaio
SETTORE: AMMINISTRAZIONE PUBBLICA
CONTRATTO: SANITA': MEDICI PEDIATRI
VERBALE INTEGRATIVO (6/11/2000) - Pagina 1 di 2

DATA STIPULA: 6/11/2000


Pagina 1 di 2 PAGINA SUCCESSIVA

Comunicato relativo al DPR 28.7.00 n. 272, recante:

"REGOLAMENTO DI ESECUZIONE DELL'ACCORDO COLLETTIVO NAZIONALE
PER LA DISCIPLINA DEI RAPPORTI CON I MEDICI SPECIALISTI PEDIATRI
DI LIBERA SCELTA".

(DPR pubblicato nel supplemento ordinario n. 165/L alla GU - serie
Generale - n. 230 del 2.10.00).


Nel DPR citato in epigrafe, recante: "Regolamento di esecuzione
dell'Accordo collettivo nazionale per la disciplina nei rapporti con i
medici specialisti pediatri di libera scelta.", pubblicato nel sopra
indicato supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale, sono apportate le
seguenti correzioni:

- l'art. 16 (Durata dell'accordo) deve intendersi costituito dal solo
comma 1;

- all'art. 17 (Rapporto ottimale), dopo il comma 10, devono intendersi
aggiunti i seguenti commi, erroneamente riportati dopo il comma 1 del
precedente art. 16:

"11. In caso di modifiche di ambito territoriale il pediatra conserva
tutte le scelte in suo carico, comprese quelle che vengono a far parte di
un ambito diverso da quello in cui, in conseguenza della modifica, si
trova inserito, fatti salvo il rispetto del massimale e il diritto di
scelta degli assistiti.

12. Ai fini della determinazione dei pediatri iscrivibili nell'elenco,
l'Azienda scorpora dalla popolazione di riferimento per la determinazione
del rapporto ottimale (come definita al precedente comma 9) tutti quei
cittadini che, al 31 dicembre dell'anno precedente, pur essendo
anagraficamente residenti nell'ambito territoriale, abbiano effettuato la
scelta del pediatra in altro ambito territoriale dell'Azienda stessa. Tali
assistiti vengono conteggiati per il rapporto ottimale nell'ambito
territoriale in cui hanno esercitato il diritto di scelta.

13. Ai fini del corretto calcolo del rapporto ottimale e delle incidenze
sullo stesso delle limitazioni si fa riferimento alle situazioni esistenti
al 31 dicembre dell'anno precedente.

14. Nell'ambito degli accordi regionali stipulati con le OOSS maggiormente
rappresentative a livello regionale, possono essere individuate specifiche
e peculiari modalità di determinazione degli ambiti da definirsi e
dichiararsi carenti, anche sulla base del numero di assistiti in carico ai
pediatri già inseriti e della effettiva capacità ricettiva del relativo
ambito territoriale e previo parere del Comitato aziendale".

Pagina 1 di 2PAGINA SUCCESSIVA