indietro

Cercare lavoro all'estero


LAVORARE IN FRANCIA

Cercare lavoro in Francia può richiedere molta determinazione. A differenza di altri paesi come l'Inghilterra, l'Irlanda o la Spagna, caratterizzati da un mercato del lavoro molto vivace e dinamico, la Francia è invece famosa più per il suo forte spirito nazionalista che per la sua apertura ai lavoratori stranieri. E per rendersene conto basta guardare i siti istituzionali francesi. Difficilmente troveremo una versione di questi siti in lingue diverse da quella francese con la conseguenza che spesso è davvero difficile anche solo reperire informazioni per coloro che non conoscono la lingua francese. Primo requisito dunque per la ricerca di lavoro in Francia è la conoscenza del francese. La ricerca di lavoro in Francia, allo stesso modo che in Italia, avviene per lo più tramite contatti diretti. Detto questo non dobbiamo però farci scoraggiare. Una giusta dose di determinazione unita a una solida preparazione ci faranno superare qualsiasi ostacolo. Ecco una guida pratica ricca di informazioni utili per chi desidera andare a lavorare in Francia.

CERCARE LAVORO IN FRANCIA. LE PROFESSIONI PIU' RICHIESTE

Il mercato del lavoro francese, come quello di tutti i paesi europei, è soggetto alle fluttuazioni di quello internazionale. Nonostante la crisi economica attuale che, lo ricordiamo, ha colpito solo alcuni settori come quello produttivo e quello finanziario, è possibile trovare interessanti opportunità professionali. Vediamo quali sono le professioni più richieste in Francia secondo l'Istituto del Commercio Estero:

  • Personale addetto al turismo
  • Telecomunicazioni
  • Ingegneri
  • Infermieri
  • Servizi sociali

Per quanto riguarda le regioni dove è più facile trovare lavoro ci sono Parigi, Marsiglia, Nizza, Toulouse, Strasburgo e Bordeaux. Per quanto riguarda i lavoratori italiani che non hanno una conoscenza fluente della lingua francese, le principali opportunità arrivano dall'insegnamento della lingua italiana, dai servizi di customer service e di segretariato bilingui mentre, per i più giovani, è molto facile trovare lavori stagionali come la raccolta di frutta o la vendemmia.

LAVORO IN FRANCIA. NOTIZIE UTILI
DOCUMENTI

Gli italiani, in quanto cittadini europei, non hanno bisogno di nessun documento particolare per vivere e lavorare in Francia. La sola carta d'identità o il passaporto sono sufficienti per qualsiasi pratica burocratica, dalla stipulazione di un contratto di lavoro all'apertura di un conto corrente. Tuttavia, nel caso decidessimo di soggiornare in Francia per più di un anno, allora è consigliabile l'iscrizione all'ANPE, l'ufficio di collocamento francese. Iscrizione necessaria per ottenere il sussidio di disoccupazione che spetta di diritto a tutti coloro che perdono il lavoro. Unico requisito in questo caso è l'aver lavorato in Francia per almeno 6 mesi.

SALARIO MINIMO

In Francia il salario minimo, chiamato SMIC (Salaire Minimum Interprofessionnel de Croissance), è pari a 1200/1300 € al mese per 35 ore di lavoro circa alla settimana. Per legge si lavora dalle 35 alle 40 ore settimanali e comunque mai più di 10 ore al giorno e mai più di 60 ore a settimana.

COSTO DELLA VITA

Il costo della vita in Francia è molto elevato quasi quanto quello della Gran Bretagna e anche qui trovare un alloggio è piuttosto difficile. Le maggiori possibilità di trovare una sistemazione sono offerte dalle agenzie immobiliari che offrono servizi di locazione. Esistono inoltre speciali reti di agenzie che, per un forfait medio di 107/143 Euro per 3-6 mesi, mettono a disposizione un elenco di privati che affittano appartamenti e ai quali ci si deve rivolgere direttamente. In tal caso si evitano le commissioni di agenzia, che sono spesso relativamente alte (in media pari ad un mese di affitto). Gli affitti sono molto cari nella capitale (circa 539 Euro per un monolocale, 755 Euro per un bilocale) mentre restano un po' più bassi nelle altre città.

Per cercare lavoro in Francia esistono diverse opzioni. Come abbiamo scritto all'inizio di questo articolo le conoscenze dirette sono la fonte più diffusa per trovare lavoro. Ma esistono anche altre possibilità. Inviare spontaneamente il proprio CV alle aziende e alle società di selezione, cercare tra gli annunci e le offerte di lavoro pubblicate online, contattare le agenzie specializzate nella ricerca di personale straniero come EURES, il sito dedicato a chi cerca lavoro all'estero. Le offerte di lavoro più interessanti tuttavia difficilmente vengono pubblicate e riuscire a crearsi una rete di conoscenze e di contatti diretti è molto importante.

C.V. in francese. Il servizio di traduzione del C.V. in poche ore!




Spiegazione MyJobFinder

Con il servizio di inoltro del cv all'estero si può mandare il cv direttamente a più di 1600 società di selezione straniere che cercano profili internazionali (suddivise per Paese destinatario).

Modulo d'iscrizione

Con il servizio dedicato agli head hunter italiani si può scrivere ad aziende e società in Italia e specificare loro che si è alla ricerca di una posizione per l’estero o per un determinato paese, inserendolo nella lettera di accompagnamento che va inserita e che verrà recapitata dal servizio.

traduzione cv

Tradurre un c.v. entro entro 24-48 ore (mediamente entro 8 ore lavorative) da traduttori professionali legati al mondo del lavoro.

Modulo d'iscrizione per la revisione del cv

Per chi ha già un proprio curriculum in lingua straniera e vuole una revisione da parte di un madrelingua che si intenda di redazione del c.v., entro 24-48 ore (mediamente entro 8 ore lavorative).




Cambiolavoro S.r.l. - Milano - Italia
P.IVA e Codice Fiscale: 13282090151

Per maggiori informazioni, contattare lo staff di Cambiolavoro.