Gestire l'emotività

GRAMLUCA e LAURA VARVELLI
GRAM


Questo test è un indicatore "veloce" per misurare l'utilizzo che facciamo della nostra Intelligenza Emotiva.

Ti chiediamo di rispondere a "freddo" e senza pensarci troppo, il test è un gioco da fare rispondendo di istinto e di "pancia" descrivendo come si è e come ci si comporta e non come si vorrebbe essere.

Rispondi al questionario di 24 domande utilizzando la scala di giudizio:
1 - Totalmente d'accordo
2 - Parzialmente d'accordo
3 - Parzialmente in disaccordo
4 - Totalmente in disaccordo

1) Tra i modi fondamentali per fare carriera nei primi 3 posti c'è il "voler fare carriera".
1 2 3 4
2) Voler fare carriera non è il metro del successo nel lavoro di una persona.
1 2 3 4
3) Quanto sei d'accordo con la seguente affermazione: "Se non credi in te stesso, scordati che qualcun altro lo faccia per te".
1 2 3 4
4) Per avere autostima ci vuole il "sano egoismo", cioè la capacità di rispettare sé stesso e le proprie esigenze tanto quanto si rispettano gli altri e le altrui richieste
1 2 3 4
5) La produttività di una persona ed il suo miglioramento si misurano guardando sia alla quantità che alla qualità dei risultati
1 2 3 4
6) La produttività ed il miglioramento di una persona si misurano verificando prima di tutto l'impegno profuso nel lavoro
1 2 3 4
7) Troppa energia nel lavoro sfibra una persona, e non da risultati apprezzabili, soprattutto nella percezione altrui
1 2 3 4
8) Essere entusiasti è un dono naturale, fa parte del carattere e dell'indole di ognuno di noi
1 2 3 4
9) Rimandare le decisioni è spesso indispensabile per ottenere (con più tempo) informazioni e dati
1 2 3 4
10) Un buon capo o responsabile decide comunque, e sempre
1 2 3 4
11) Imparare a perdere è il primo passo per diventare dei vincenti
1 2 3 4
12) Stress e ansia sono "costi" normali per chi lavora bene e tanto (la loro assenza è indice di preoccupazione)
1 2 3 4
13) Fare lavori diversi, cambiare ruolo spesso vuol dire de-specializzarsi
1 2 3 4
14) Essere insostituibile è un punto a favore per il proprio sviluppo personale
1 2 3 4
15) Essere curioso è molto più importante che essere competenti
1 2 3 4
16) La prima idea (la più spontanea) è sempre la migliore
1 2 3 4
17) Ho imparato, dall'esperienza, che il motto "Mi spezzo ma non mi piego" è vincente
1 2 3 4
18) Sapersi adattare, essere flessibile e pronto al compromesso è la scelta del debole
1 2 3 4
19) Quanto è valida - per te .- la seguente affermazione: "Picchia forte, prima di rinunciare!"
1 2 3 4
20) Anche la sconfitta è vittoria se si impara qualcosa da queste situazioni
1 2 3 4
21) La mia regola base nella gestione delle situazioni conflittuali è… separare le persone dai problemi
1 2 3 4
22) I conflitti, i problemi, le grane vanno gestiti con la logica e non con l'emozione
1 2 3 4
23) Nel lavoro bisogna diffidare delle situazioni di incertezza, di confusione e di turbolenza
1 2 3 4
24) Si può essere coerenti con sé stessi anche in situazioni ambigue.
1 2 3 4



Cambiolavoro S.r.l. Via Jacopo Palma, 11 - 20146 Milano - Italia
P.IVA e Codice Fiscale: 13282090151

Per maggiori informazioni, contattare lo staff di Cambiolavoro.